SIGNORI ARTE

Corso B. Bigliati 88
17012 Albissola Marina (SV)

info@signoriarte.com

signori.arte@gmail.com

Tel. 349 4496893

Tel. 019 489731

ORARIO APERTURA:

Lunedì16:00 - 19:30
Martedì - Sabato10:00 - 12:30
16:00 - 19:30
Per altri giorni e orari contattatemi, posso essere occasionalmente fuori sede.

Vincenzo Balsamo (1935-2017)

Vincenzo Balsamo (1935-2017)

 

Vincenzo Balsamo nasce a Brindisi. Il suo primo contatto con la pittura, lavorando presso lo studio del pittore Pietro Acquaviva; inizia a dipingere i suoi primi quadri: paesaggi, fiori, case e vedute di campagna. Nel '49 cambia città andando a Roma, dove nel '54 frequenta la Scuola d'Arte San Giacomo, migliorando le sue tecniche pittoriche. Dopo una personale a Brindisi, Vincenzo Balsamo nel '59 apre il suo primo studio a Roma: ha inizio il suo percorso espositivo. In questo periodo nel quale conclude la sua formazione artistica, Balsamo frequenta gli artisti che vivono nella capitale, in particolare quelli appartenenti alla “Scuola romana”, ma conosce anche anche poeti, scrittori e gente del cinema, affinando il suo intimo sentimento artistico.

Nel '61 realizzerà la scenografia per il film Cleopatra, negli studi di Cinecittà e successivamente dipingerà intensi paesaggi toscani, umbri, laziali e campani.

Espone in America una serie di opere ispirate alla musica Jazz, intitolate "I musicanti", partecipa alla X Quadriennale di Roma, espone a Zurigo , studia i quadri dei pittori del passato nei musei, conosce personalmente alcuni grandi della pittura moderna, come André Verdet, Fernandez Arman, César, Pablo Picasso, Hartung e Fernand Léger rimanendone fortemente colpito.

Verso la fine degli anni Sessanta incomincia a guardare i paesaggi che desidera ritrarre con occhi nuovi ed intraprende un processo evolutivo che si completerà solo negli anni Settanta.

I paesaggi e le nature morte fino ad allora decisamente figurativi, si frammentano e si disarticolano in piani prospettici suggestivi verso lo stile Cubista con colori e luminosità armoniosi.

Lo stile di Balsamo negli anni Settanta continua la sua lenta ma continua evoluzione, dal Cubismo passa all'Astrattismo, la figurazione sparisce totalmente fino ad arrivare alle “Decomposizioni”, opere informali, materiche, corpose, dure nella loro espressione pittorica.

Nella seconda metà degli anni Settanta, il pittore prosegue nella sua sperimentazione approdando ad opere chiamate “Nebulose”, che rappresentano un viaggio interiore alla ricercare del giusto equilibrio del segno con il colore. Alle Nebulose seguono le “Evocazioni”, dipinti contenenti figure strane e deformi, surreali, fantastiche, ma senza gioia, senza entusiasmo.

Da questo momento, e per i dieci anni successivi, Balsamo Vincenzo rinuncia alle esposizioni, combattuto dal desiderio di abbandonare la pittura.

Negli anni Ottanta Balsamo si trasferisce con la famiglia a Velletri dove, seguendo un percorso a ritroso cerca di ritrovare sè stesso dipingendo opere legate al suo personale concetto astratto-cubista.

Superato il dolore per la morte di un fratello, il pittore sente di avvicinarsi al suo vero mondo pittorico da cui si era allontanato: crea tele anche di grandi dimensioni in cui il pennello dà vita ad atmosfere liriche e surreali. Gli anni Novanta lo trovano all'inizio di una nuova vita, si trasferisce a Parigi dove apre uno studio; lasciandosi affascinare dalla città, dipinge moltissimo e le mostre personali e collettive si susseguono in modo crescente.

In seguito Vincenzo Balsamo si trasferisce a Treviso ed apre uno studio a Verona, dividendo la sua vita tra l’Italia e Parigi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© SIGNORI ARTE di Alessandro Signori Corso B. Bigliati 88 -17012- Albissola Marina (SV) NON E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE DELLE FOTO DELLE OPERE PUBBLICATE SUL SITO WEB.

Chiama

E-mail

Come arrivare